Il cibo come nutrimento dell’anima

Dolci incontri serali di libroterapia
Ciclo di 3 incontri a cura di Stella Casiraghi

Nutrirsi e cucinare nasce dal piacere del gusto ma anche dal bisogno innato dell’uomo di condivisione e creatività.
Parlare di cibo è un modo per riannodare la propria storia, le proprie tradizioni e andare alla scoperta di nuovi mondi e nuovi sapori.
Oggi, più di ieri, il cibo ha cancellato il suo significato reale di alimento ed è diventato qualcosa di più: la ricerca di un momento perduto.

Cosa vi aspetta?

  • Letture collettive delle ricette raccontate nei grandi classici: ad esempio gli arancini siciliani di Montalbano, il risotto alla milanese di Gadda, il timballo di maccheroni del Gattopardo di Tomasi di Lampedusa, la celestiale frittata di d’Annunzio, i pasticcini e confetti di Gozzano ma anche le petite madeleine di proustiana memoria o la torta di frutta di Alice nel paese delle meraviglie, i bonbon al cioccolato di Piccole donne e tanti altri….
  • Prove di scrittura individuali in cui ognuno condividerà un ricordo legato agli alimenti e alle proprie tradizioni culinarie che sono tracce indelebili di ogni storia personale.

Informazioni e iscrizioni
3 incontri serali
mercoledì 15-22-29 gennaio 2020 dalle ore 20 alle 22
Iscrizioni via mail: stella@videosoft.biz o Whats App tel. 3470789513
Costo: 90 Euro (saldo la prima serata presso l’Agriturismo)
Ogni incontro include uno spuntino dolce e salato con bevande calde

Stella Casiraghi
Scrittrice e ricercatrice, ha pubblicato una decina di monografie. Collabora con diverse case editrici e tiene corsi in ambito accademico. È specialista della comunicazione e appassionata operatrice di libroterapia e teatroterapia.

 

Commenti chiusi